VIAGGIARE E…

viaggiare

Viaggiare è sempre stato il mio sogno, prerogativa di una vita in continuo movimento, orizzonte indefinito che guardo con entusiasmo e passione. Attraversare il mondo senza meta, o meglio, allineandone tante una dopo l’altra per conoscere nuovi luoghi, persone e me stessa. Per farlo, non smetto di costruire un itinerario personale e mutevole, plasmato secondo la mia inarrestabile curiosità affidata al caso e alla sua puntualità.

Viaggi fantastici e di fantasia, brevi spostamenti e semplici chiacchierate, libri e racconti di altri che mi fanno immaginare lontani lidi, vacanze studio o scambi interculturali, blog trip e gite di gruppo per giornalisti.

Da un paio d’anni e 200 post ho iniziato questo diario online, il mio spazio ritagliato nell’immenso mare della rete, piantina che innaffio appena ho un momento libero condividendo la mia passione per la scrittura e per la vita. Spazio che, come sapete, ho dedicato soprattutto a quegli studenti che, come me, hanno scelto una università lontana da casa, i ‘fuorisede’. Una strada non facile, costosa in termini di soldi e impegno, ma ricca di stimoli, cose da fare e incontri interessanti. Dai coinquilini ai proprietari di casa, dalle cassiere dei supermercati ad altri coinquilini con i loro amici, i ragazzi dei progetti Erasmus, i professori e tanti altri: persone che popolano quel nuovo territorio che sa tanto di libertà e necessita di una buona dose di responsabilità. E’ andando ad abitare fuori sede che ho iniziato a viaggiare, era la mia scusa per allontanarmi da casa e primo passo per diventare nomade.

Questa lunga premessa per dire che la storia del viaggio mi ha fatto trovare il sito internet Il Cherubino, associazione culturale fondata da un gruppo di studenti delle facoltà di Roma che hanno deciso di mettere insieme energie intellettuali per stimolare dibattiti, convegni e attività che favoriscano la crescita culturale di altri giovani colleghi. Ragazzi che passano le loro giornate sui libri, ma non solo. Tra le iniziative in programma, infatti, c’era anche un concorso dedicato al tema del viaggio come esperienza di vita. Contattata dal team dell’associazione, ho deciso di partecipare con il mio blog, e sono arrivata in finale insieme ad altre due persone. Una grande soddisfazione per chiudere in bellezza il 2012 e, chissà, magari anche un ottimo inizio del 2013, visto che la premiazione sarà a gennaio. Per ora grazie, e poi vedremo. Stay tuned.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s