FUORILUOGO A STOCCOLMA (2)

Stoccolma: relax galleggiante

Sul molo di Slussen, tra Sodermalm e l’isoletta di Gamla Stan, si può bere una birra dall’alto di una nave, con splendida vista sulla città. Perfetto dopo una visita al vicino Fotografska Museet.

 

 

Stoccolma: alla faccia del parco giochi

Quello che vedete in foto non é una nuova installazione di design, ma un grande parco giochi sull’isola di Djurgarden. Si chiama Gröna Land ed é il luna Park di Stoccolma, un paese dei balocchi fatto di montagne russe, macchine rotanti e tante altre attrazioni affacciate sul mare. Se la Stockholm card facesse tornare bambini potremmo andarci di corsa e senza vergogna…

 

Stoccolma: che cos’é?

Il cancello di una villa di cacciatori, il regno di bambi o l’ingresso del paradiso delle alci? Questo grande cancello blu elettrico, con statue in oro raffiguranti affascinanti renne, si trova a Djurgatan, all’inizio di un vastissimo parco naturale a due passi dalla città. Dal 1995 vasti parti dell’isola appartengono all’Ekoparken, un’oasi verde di 27 km2 che comprende anche i parchi reali Haga e Ulriksdal.

 

Stoccolma: Djurgarden by bike

Djurgarden é davvero un’oasi di pace: a poche pedalate dal centro, passato il cancello con le renne dorate, ci si ritrova in piena campagna, con alberi verdissimi, casette in legno colorato, fiorellini, anatre e altri animali. Abbiamo persino visto un gruppetto di cerbiatti! Più avanti, poi, il canale si stringe e si riapre verso il mare, ed é il regno dei gabbiani.

 

 

 

Stoccolma: pesce per tutti i gusti

Per riprenderci dalla giornata in bici, abbiamo scelto un ristorante con tovaglie a quadretti e un’atmosfera accogliente a Odenplan. Antipasto di pesce, aringa cucinata in cinque varianti, una più buona dell’altra: marinata, fritta e sott’aceto, con una salsina cremosa, con la senape… Ottimo, e adesso siamo pronti per la prossima portata!

E questo é un nuovo e divertente giochino da tavola: si chiama “componi la tua tar tar. Da un lato il piatto con carne macinata e rosso d’uovo, dall’altro un vassoio con capperi, rapa rossa e cipolla tritata. Le dosi le fai tu.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s