TOSCANA, PILLOLE DI VERSILIA E MARMO

marmo-apuane

Conosciuta specialmente per le lunghe spiagge affollatissime in estate e per la movida notturna delle discoteche più in, la Versilia è un territorio da scoprire, a cominciare dalle montagne bianche che fanno da corona a questo splendore affacciato sul mare.

Le Alpi Apuane si riconoscono perché sono bianche, ma non di neve: fin dall’epoca dei romani grazie a tecniche sempre più sofisticate viene estratto il marmo, preziosa pietra candida e malleabile che ritroviamo nelle più famose opere d’arte. Esaltato dalle capacità creative di nomi come Michelangelo, il marmo di Carrara si è affermato da secoli come pregiata pietra da costruzione sia per le sue varietà di bianco, sia per le varietà colorate, tra cui bardiglio, paonazzo, fior di pesco, cipollino e arabescato.

I bacini marmiferi si trovano sulle maestose montagne che sovrastano il territorio della Versilia, un’affascinante catena di creste rocciose che si stagliano nitide e imponenti sul resto dell’Appennino. Attive ancora oggi, le cave scolpiscono e disegnano la fisionomia dei pendii, che vengono scavati costantemente per prelevare enormi blocchi di pietra destinati agli usi più svariati, dai piccoli oggetti di arredamento alle imponenti opere di architettura. Per scoprire il mondo della pietra artistica per eccellenza è possibile visitare il Museo del marmo a Carrara e numerose botteghe d’arte, dove ammirarne le complesse tecniche di lavorazione.

Leggi il reportage sulla Versilia su Latitudeslife.com o su iPad

marmo-carrara-1

Advertisements

One thought on “TOSCANA, PILLOLE DI VERSILIA E MARMO

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s