FUORILUOGO NELLE TERRE DI SIENA (1)

Terre di Siena: valigia pronta

Manca un’ora alla partenza del mio treno e la valigia è praticamente pronta. Ho messo dentro la curiosità di visitare un posto nuovo, che mi ha sempre affascinato e che non ho ancora mai visto. Le Terre di Siena con i loro borghi medievali arroccati sui colli della Toscana meridionale, al confine con l’Umbria. Sarà un weekend all’insegna del benessere del corpo e degli occhi, tra terme, paesaggi da sogno e cucina biologici: vi terró aggiornati.

Terre di Siena: porto anche la cuffia?

Come dicevo, sarà un weekend di benessere totale, che si concentrerà soprattutto sui centri termali, per i quali la zona delle Terre di Siena, e in particolare Chianciano, sono famose in tutto il mondo. Ce ne sono ben nove, così tanti da meritarle il titolo di provincia più termale d’Italia. Mi aspettano percorsi sensoriali tra aromi profumati e olii essenziali, getti di acqua dalle mille proprietà benefiche e tanto altro. Costume e ciabatte sono già in borsa, che dite, porto anche la cuffia?

Terre di Siena: pronta per le terme

Eccoci arrivati alle Terme di Chianciano, nel Parco di Acquasanta. In questo centro termale a metà tra modernità e tradizione, stiamo per iniziare un percorso sensoriale basato sui criteri della naturopatia. Si puó scegliere tra energizzante, rilassante, depurativo e riequilibrante: consigli?

Terre di Siena: bevi che ti passa

Le proprietà benefiche dell’acqua che sgorga dalla sorgente di Chianciano Terme ha una storia di duemila anni, da quando gli Etruschi iniziarono la tradizione termale in questa zona. Acque calde, fredde, tiepide, bollenti, da bere per depurare il fegato, da respirare sotto forma di vapore o dove bagnarsi in pieno relax, per stimolare la circolazione e distendere i muscoli. Oggi le ho provate tutte, seguendo il percorso riequilibrante che mi ha fatta passare da bagni con idromassaggio immersi nel verde del parco a fanghi depurativi, dalle docce aromatizzate alle immersioni in una vasca a suon di musica, da una camminata sui sassolini innaffiati da getti di acqua gelida e bollente a una pausa nella suggestiva stanza del silenzio interiore. Prima di andare via, poi, non ho potuto fare a meno di assaggiare un po’ di acqua termale che, per qualche strano motivo, nella foto qui sopra è raccomandato bere con moderazione.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s