PUNJAB, IL GRANAIO DELL’INDIA

punjab-india-farmers

Formato da una vasta pianura alluvionale delimitata a nord da montagne, il Punjab è considerato una delle aree più fertili del pianeta. Bagnato da ben cinque fiumi (Satluj, Bias, Ravi, Chenab e Jehlam) che rendono il terreno particolarmente adatto all’agricoltura, fa parte dell’omonima regione spartita tra India e Pakistan.

Punj come cinque, aab come l’acqua, è una continua distesa di campi gialli orlati da cielo azzurro e punteggiati di contadini, che nella parte indiana rappresentano circa il 40% della popolazione. Il raccolto principale è il frumento, di cui lo Stato è il maggiore produttore dell’Unione, ma si coltivano anche riso, cotone, canna da zucchero, miglio, orzo, ortaggi e alberi da frutta.

A causa di uno sfruttamento intensivo dell’agricoltura portato agli eccessi, negli ultimi anni la produzione ha risentito di una generale crisi produttiva con conseguenze sugli abitanti delle campagne e sull’ambiente. Al momento sono presenti numerose voci sul territorio come Vandana Shiva, paladina indiana della cultura sostenibile, che da anni si batte promuovendo pratiche agricole ecologiche per assicurare la conservazione e la rigenerazione dell’acqua, l’oro del Punjab.

Scarica gratis l’ebook di Latitudes su tablet e smartphone Apple (da Apple store) e android (da Google play). Oltre 300 pagine di reportage tra foto e testi per sognare l’India.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s