ERITREA A TAVOLA: VIVA LA SCARPETTA

eritrean-food

Frutto di un’armonica combinazione di sapori forti come la terra da cui provengono, la cucina eritrea non prevede una successione di pietanze. Tradizionalmente si mangia in un unico piatto, che ha come fondo la inijera, il tipico pane di farina di teff, lievitato ma sottilissimo, che fa letteralmente da base a tutti i pasti. Sopra, vengono adagiati legumi e carni nelle loro salsine speziate, che si impregnano nella sfoglia e si mangiano con le mani, facendo una “scarpetta” continua.

Il piatto forse più conosciuto è lo zighinì, uno stufato di carne accompagnato da verdure e guarnito dalla piccantissima salsa berberè, una miscela di spezie, tra cui peperoncino, zenzero, chiodi di garofano, coriandolo, pimento, pepe lungo, aglio e cipolla abbrustoliti, che insaporisce con il suo gusto inconfondibile tutte le pietanze della cucina eritrea. A fianco alla carne possono trovarsi lo scirò, una farinata di ceci cotta in un soffritto di cipolle e pomodoro, il tuntumo, lenticchie in umido, il bamia, verdure verdi simili ai nostri spinaci e l’aggià, grano pestato con pomodoro e curry.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s