INDIA: JAIPUR, GLI ELEFANTI IN CITTA’

india-jaipur-elephant-festival

Ogni anno la città di Jaipur si riempie di elefanti e visitatori da tutto il mondo per l’Elephant Festival, evento tradizionale molto sentito dalla popolazione locale, che negli ultimi anni è diventato sempre più famoso per la sua spettacolarità.
Una processione di cavalli, cammelli e pachidermi ornati e dipinti con enormi gioielli e cavigliere, tappeti di velluto e portantine placcate in oro e argento sfila per le strade della città rosa, davanti alla giuria che sceglierà la decorazione migliore, premiando sia l’animale che il suo mahaut. Tutto intorno, danzatori popolari e suonatori di nagara completano il quadro, coinvolgendo il pubblico in una festa allegra e chiassosa, che si conclude con insolite partite di polo in cui i protagonisti sono proprio gli elefanti.

Organizzato nel giorno di luna piena di Phalgun Purnima in data variabile tra febbraio e marzo secondo il calendario indiano, ed è abbinato alla festa di Holi, il festival dei colori che segna l’inizio della primavera. E per celebrare, non c’è niente di meglio di una sfilata di pachidermi, animali molto importanti nella mitologia indù e rappresentazione sacra del dio Ganesh, ma anche mezzo di trasporto utilizzato per le parate ufficiali sin dal tempo del principato di Jaipur.

Scarica gratis l’ebook di Latitudes su tablet e smartphone Apple (da Apple store) e android (da Google play). Oltre 300 pagine di reportage tra foto e testi per sognare l’India.

Advertisements

INDIA, RAJASTHAN, LA FIERA DEI CAMMELLI

india-rajasthan-camel-festival-2

A Pushkar, all’inizio del deserto di Thar, ogni anno le strade si riempiono di cammelli adornati con treccine, anelli e nastri colorati, che per poco più di una settimana sono i protagonisti. Importante meta del pellegrinaggio hindu conosciuta come città d’oro e tappa obbligata di ogni itinerario turistico in Rajasthan, evoca il ricordo delle lunghe carovane che ai tempi di Marco Polo si fermavano qui nei loro viaggi lungo la Via della Seta.

E anche se oggi le vaste spedizioni di mercanti non ci sono più, ogni anno la città si trasforma in un grande bazar a cielo aperto per la più grande fiera di cammelli al mondo. Circa 200.000 persone, 10.000 cammelli, cavalli e altri capi di bestiame, arrivano in questa località nell’ottavo mese lunare del calendario hindu, a novembre.

Vi giungono cammellieri dalle varie parti del deserto e la via principale diventa una giostra di colori e rumori.  Gli uomini si dedicano alla compravendita di cammelli, mucche, pecore e capre, mentre le donne scambiano o vendono braccialetti, vestiti, ottoni e tessuti stampati. Tutto intorno, musicisti, mistici, saltimbanchi, incantatori di serpenti e acrobati. Ogni mattina, poi, ci sono gare per chi ha i mustacchi più lunghi, per chi avvolge più in fretta il turbante, per vedere in quanti riescono a stare in equilibrio su un cavallo o quanto peso un cammello può portare.

Scarica gratis l’ebook di Latitudes su tablet e smartphone Apple (da Apple store) e android (da Google play). Oltre 300 pagine di reportage tra foto e testi per sognare l’India.

ESTATE A VALENCIA, UN MESE DI FESTA

valencia-feria-de-julio

Il periodo migliore per visitare Valencia è luglio: per tutto il mese, la caliente città spagnola si accende di mille feste, concerti, parate e spettacoli, grazie a un fitto calendario di eventi da vivere giorno e notte.  Appuntamento tradizionale dell’estate valenciana, la Feria de Julio fu istituita nel 1871 per convincere la gente a non scappare dalla calura cittadina verso lidi più freschi, e negli anni è diventata famosa in tutto il mondo, attirando turisti in cerca di movida.

A partire dalla metà di luglio, tutta la città si anima con musica, esibizioni teatrali e mercatini organizzati in svariati punti, dai Giardini di Ayora ai giardini “de los viveros”, dal “parque del oeste” al “tinglado n.2”, ma anche al porto marittimo commerciale e al “Paseo de la Alameda”.

Nel Palau de la Musica si svolge il Concorso Internazionale di Bande Musicali con l’esibizione di centinaia di musicisti; Plaza de Toros è coinvolta dalla Feria Taurina, l’esibizione dei migliori toreri di Valencia; nel Paseo de la Alameda, invece, si consuma la Battaglia dei Fiori.

Leggi il reportage su Latitudeslife

IL GELATO FESTIVAL ARRIVA A TORINO

gelato-festival

Il prossimo weekend Torino si addolcisce di mille gusti con il Gelato Festival, un appuntamento imperdibile per tutti i golosi.

Dal 7 al 9 giugno 2013, Piazza Castello sarà protagonista di tre giorni di incontri e workshop con i migliori gelatieri per assaggiare i gusti più creativi e originali, ammirare in diretta la preparazione del gelato, impararne cultura, tradizioni e ingredienti e scoprire ricette inedite.

Saranno tre i poli da visitare nel centro di Torino: il Villaggio Artigianale, dove una ventina di Maestri Gelatieri italiani e stranieri presenteranno i loro nuovi gusti ideati appositamente per il festival, oltre a due gusti “must” della tradizione sabauda, l’Orion Village, il cuore didattico della manifestazione dove seguire corsi come Gelato Light e Gelatiere per un giorno, e il Villaggio L’Arte nel Gelato, un angolo di dolcezza tutto da gustare.

Ma la grande novità di questa edizione sarà il primo laboratorio mobile di gelato artigianale al mondo, chiamato simbolicamente “Buontalenti”, dal nome dell’artista fiorentino che nella seconda metà del ‘500 creò la prima crema fredda a base di latte, miele e tuorlo d’uovo. Parcheggiata in piazza con le sue cinque postazioni e cinque chef in vetrina, la gelateria con le ruote produrrà gelato artigianale della migliore qualità direttamente sotto gli occhi del pubblico, che potrà seguire tutte le fasi di lavorazione di questo nettare freddo.

Terza tappa del tour che negli scorsi weekend ha già toccato Firenze e Milano e che si concluderà a Roma dal 21 al 23 giugno, il Gelato Festival si svolgerà in Piazza Castello dalle 12 alle 24. Patrocinato dal Comune di Torino, l’evento è organizzato in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte e riunisce i migliori gelatieri e le principali aziende del settore dall’Italia e dall’estero. Per partecipare, è possibile acquistare la Gelato Card (12 euro, 10 euro per under 18), che comprende cinque assaggi, un Gelato Cocktail gadget, giochi a premi, l’entrata a corsi e show coking e numerosi gadget.

Link utili: Gelato Festival

COMO, ARTE E MUSICA IN MOSTRA

canzo-como-arte-musica

L’arte va in mostra a Canzo, borgo storico in provincia di Como, con la rassegna Canzo, Cittadella dell’Arte e della Musica organizzata dall’Associazione NonSoloTurismo nella Villa ex Magni Rizzoli dal 16 al 24 febbraio 2013.

Nove giorni di arte e musica, con una mostra collettiva e due concerti, che animeranno la piccola cittadina dell’AltaBrianza e l’affascinante villa in stile neomedievale dei primi del ‘900, che si immerge  in un parco secolare.

Evento principale sarà la mostra dal titolo Incontri, curata dal pittore e scultore milanese Walter Pozzato. Sono circa 100 le opere in esposizione tra sculture, acquerelli e dipinti di sei artisti  di diversa estrazione e formazione, messi a confronto per la prima volta: Felice Beltramelli, Paolo Cucinato, Luigi Dino-Guida, Gino Francesco Paresce, Bruno Saba e lo stesso Walter Pozzato.

La rassegna si arricchisce inoltre grazie a due momenti musicali organizzati nella Villa. Sabato 16 febbraio alle 21, ilconcerto “Brasil”, una rivisitazione della musica brasiliana del ‘900 dell’ensemble Cuartet e patrocinato dal Consolato Generale del Brasile a Milano.

Venerdì 22 febbraio alle 21, sarà invece la volta del violinista Matteo Fedeli con il recital per violino e pianoforte“Uno Stradivari per AISM”, dedicato all’Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

 

Info utili:

Quando: 16-24 febbraio 2013

Dove: Villa ex Magni Rizzoli, via Verza 23, Canzo (CO)

– Mostra Incontri: lunedì – venerdì 14:00 -18:00 (chiusura martedì) / sabato – domenica 10:30 – 18:30, ingresso Libero

– Concerto  Brasil: 16 febbraio 2013 ore 21, biglietti 18 euro, ridotto 15 euro

– Concerto Uno Stradivari per AISM: 22 febbraio 2013 ore 21, biglietti 20 euro